0

Cos’è l’esfoliazione

L’esfoliazione è l’azione di rimuovere le cellule morte della pelle o di rompere qualcosa in scaglie o in fiocchi. La pelle fa questo processo naturalmente ogni 28 giorni circa, ma quando si invecchia, rallenta.

Quindi le cellule morte rimangono in superficie e le nuove non hanno spazio per crescere. Di conseguenza, la pelle assume un tono cinereo, una consistenza ruvida e compaiono i punti neri.

La frequenza di esfoliazione dipenderà dal tipo di pelle. Se è grassa, sarà necessario farlo due o tre volte alla settimana, mentre se è secca, sarà sufficiente farlo solo una volta alla settimana. Lo scrub esfoliante si applica sulla pelle bagnata (evitando le zone sensibili) e con la mano o con l’aiuto di un esfoliante si massaggia delicatamente; poi si sciacqua e si applica la crema idratante.

Raccomandazioni per una buona esfoliazione

Esfoliare quando facciamo il bagno è meglio, poiché la pelle è bagnata ed è più facile da esfoliare.

Strofinare il corpo dal basso verso l’alto con un movimento circolare, con una spugna normale o una loofah (spugna esfoliante naturale), specialmente su spalle, ginocchia, braccia e gambe.

Le pietre pomici sono usate soprattutto su gomiti, ginocchia e piante dei piedi.

Non si dovrebbe fare più di un’esfoliazione a settimana, perché indebolisce la pelle e può irritarla.

L’idea di esfoliare la pelle del viso e del corpo è quella di pulirla dalle impurità e ringiovanirla, ma deve essere fatto delicatamente per evitare irritazioni della pelle.

Quando l’esfoliazione è finita, lavati normalmente e approfitta dei pori aperti e puliti per applicare una maschera di bellezza.

 

Tipi di esfoliazione

È possibile esfoliare la pelle meccanicamente e chimicamente:

Esfoliazione meccanica: carta vetrata dermatologica, l’azione di un laser o l’uso di creme o gel. L’obiettivo è sempre lo stesso: rimuovere, in un modo o nell’altro, le cellule morte della pelle.

Peeling chimico, noto anche come peeling: si utilizzano sostanze come l’acido salicilico o il fenolo. Questo trattamento, che deve essere effettuato da un professionista, migliora l’aspetto della pelle e cancella i danni causati da cicatrici, raggi solari, acne, ecc.

 

Esfolianti naturali e fatti in casa

Zucchero: aiuta a rimuovere le cellule morte della pelle. Mescolare una parte di zucchero con una parte di olio.

Miele: in questo caso è più consigliabile utilizzare il miele che è stato lasciato con grumi dal suo contenitore originale.

Farina d’avena: La farina d’avena macinata viene mescolata con miele e applicata con movimenti delicati sulla pelle e lasciata agire per 15 minuti prima di risciacquare con acqua calda.

Sale: Il sale marino esfolia leggermente rimuovendo le cellule morte della pelle, migliora la circolazione e ammorbidisce la pelle.

Noci: Le noci hanno proprietà esfolianti e mescolate con lo yogurt possono lasciare la pelle pulita e fresca.

 

Lo scrub esfoliante per il tuo tipo di pelle secondo gli esperti

È importante usare il giusto esfoliante per ogni tipo di pelle:

Pelle secca: esfolianti delicati e la frequenza con cui va fatto è una volta alla settimana.
Pelle grassa: esfolianti che penetrano nei pori per pulirli; si raccomanda di esfoliare due volte alla settimana.
Pelle sensibile: i granuli non sono raccomandati.

Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)

.

El exfoliante para tu tipo de piel según los especialistas

Es importante que utilicemos el exfoliante indicado para cada tipo de piel:

La piel seca: exfoliantes suaves y la frecuencia con que se debe realizar es una vez a la semana.
La piel grasa: exfoliantes que penetran los poros para limpiarlos; es recomendable exfoliar dos veces a la semana.
La piel sensible: no son recomendados los gránulos

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

TOP